ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE MATTEI
Quello che le donne non dicono

La classe IV A dell’Istituto Tecnico Economico ha svolto quest’anno un progetto sul tema della violenza contro le donne dal titolo “ Quello che le donne non dicono…”. Il tema delle violenze e delle disparità di genere , a livello economico e culturale, è un tema che da anni la nostra scuola affronta per informare e sensibilizzare tutti gli studenti su una problematica di grande attualità.

Il 29 aprile si è svolta nell’Aula Magna Conni un’assemblea rivolta alle classi quarte dell’Istituto in cui gli studenti della IVA hanno presentato i risultati del loro lavoro e hanno invitato alcune ospiti per approfondire l’argomento: la dott.ssa Ilaria Egesteoperatrice del Telefono rosa e Manuela Argentieri della sezione investigativa della Polizia Municipale di Piacenza che hanno raccontato del lavoro e delle esperienze che vivono quotidianamente.

Di fronte ad un pubblico molto attento e partecipe, si sono presentati i dati freddi di un numero di femminicidi  costante in Italia negli ultimi anni e si sono raccontate storie che sono l’emblema della violenza che ancora contraddistingue tanti rapporti, della paura covata nel silenzio, della gelosia ossessiva sintomo di una volontà di possesso assoluto inaccettabile.

Si è parlato di violenze psicologiche oltre che fisiche e dell’uso distorto dei social, di bullismo e cyberbullismo….,ma si è parlato anche delle leggi a tutela delle persone ( visto che gli stlker oggi sono uomini ma anche donne).

Al termine dell’incontro è stato chiesto ai ragazzi di esprimere i loro pensieri su fogli di carta. Una riflessione comune a molti ha riguardato la necessità di aiutarsi reciprocamente perché nessuno viva queste esperienze di violenza in solitudine. Famiglia, amici,Forze dell’ordine e associazioni di aiuto devono cogliere i segnali di situazioni che possono diventare esplosive e non aspettare che queste accadano.

Le donne vittime di violenza devono denunciare, ma devono essere sostenute e accompagnate a ricominciare la loro vita.


Pubblicata il 03 maggio 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.