ISTITUTO D'ISTRUZIONE SUPERIORE MATTEI
Le calcolatrici grafiche all' Esame di Stato 2019

“È indegno per l'uomo eccellente perder tempo come uno schiavo nel lavoro di calcolare, cosa che potrebbe essere relegata senza problemi a qualcun'altro se fosse usata una macchina."

 

Così scriveva il filosofo tedesco Wilhelm Gottfried Leibniz nel 1658, stanco di effettuare i lunghissimi calcoli necessari ai suoi studi e lamentandosi dei frequenti errori che inevitabilmente ne derivavano. E, appoggiando questa tesi, il MIUR, in una nota pubblicata il 4 aprile 2019 relativa all’esame di Stato, ha permesso nella seconda prova scritta per tutti gli indirizzi di studio (quindi anche nella seconda prova delle discipline scientifico tecniche, non solo nei licei scientifici) l’uso delle calcolatrici scientifiche e/o grafiche purché non siano CAS (Computer Algebra System), ovvero non abbiano capacità di calcolo simbolico. Questi strumenti erano stati già permessi nell’esame a partire dal 2017, ma con questa circolare il Ministero torna in modo più preciso sulla questione, pubblicando anche un elenco di modelli permessi (delle quattro maggiori case produttrici mondiali di calcolatrici: Casio, HP, Sharp e Texas Instruments). L’Italia si è così allineata con molti altri Paesi che da tempo permettono nelle prove d’esame modelli CAS o non-CAS.

Per poter utilizzare al meglio la calcolatrice, occorre, però, una formazione specifica e per questo le classi quinte del Liceo Scientifico hanno partecipato ad un  workshop tenuto da un docente di matematica dell’IISS Pascal di Reggio Emilia e collaboratore con la Facoltà di Ingegneria dell'Università di Reggio Emilia.  Grazie alla sua collaborazione, giovedì 28 marzo, nelle aule del Mattei, gli studenti hanno avuto la possibilità di scoprire le caratteristiche principali dello strumento "calcolatrice grafica"   e i suoi possibili utilizzi nella didattica.

L’incontro ha permesso, come afferma Chiara, di acquisire una maggiore consapevolezza, di scoprire alcune potenzialità, non ancora note, ma anche cogliere alcuni limiti. Non va dimenticato, tuttavia, come ha affermato la prof.ssa Paola Varani, promotrice dell’evento, che per usare queste calcolatrici è necessario conoscere bene la matematica. La calcolatrice grafica può permettere di controllare dei calcoli e di visualizzare velocemente dei grafici, ma bisogna saperla gestire e sapere interpretare ciò che si vede sul display per poi motivare sul compito d’esame quel che si evince dal grafico. Tuttavia è indubbio che, se ben usate, le calcolatrici grafiche possono fornire un grande aiuto durante la prova!


Pubblicata il 11 aprile 2019

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.