La Scuola del Futuro: students of today,leaders of tomorrow

Nella giornata di Sabato 22 Settembre  l’Istituto Mattei ha presentato ufficialmente  il nuovo corso di studi dell’Istituto Tecnico Economico.

Gli studenti di una delle classi prime da quest’anno scolastico seguiranno il Corso Cambridge.

Significa che l’Istituto tecnico economico è diventato  una delle 10.000 scuole dislocate in 160Paesi aggregate alla Cambridge University, una delle più prestigiose Università  del mondo.

Essere scuola Cambridge non vuol dire  soltanto studiare alcune discipline in lingua inglese con docenti madrelingua, ma è una modalità nuova di apprendere che favorisce l’acquisizione e lo sviluppo  di competenze per l’inserimento  efficace nella realtà contemporanea.

La presentazione ha visto il coinvolgimento di studenti e docenti, ma anche del mondo imprenditoriale, dell’Amministrazione comunale e delle Associazioni dei genitori

La Dirigente scolastica,dot.ssa  Rita Montesissa  nell’introdurre l’evento, ha tenuto a sottolineare quanto l’avvio del corso Cambridge rappresenti  un fiore all’occhiello per l’Istituto Mattei e una splendida opportunità per i giovani e per il territorio.

Il dott. Livelli, in rappresentanza dell’Associazione Industriali di Piacenza, il dott. Peveri, imprenditore, il dott. Brusamonti, Presidente del Consiglio di Istituto  ed imprenditore hanno tutti affermato quanto sia importante e necessaria la conoscenza della lingua inglese per governare ed interpretare le innovazioni e l’internazionalizzazione dell’economia contemporanea.

La partecipazione numerosa e attenta  ha dimostratocome sul territorio si sentisse l’esigenza di proposte nuove, Il Vice Sindaco PaolaPizzelli ha, infatti, sottolineato come sia fondamentale che in una cittadina di provincia qual è Fiorenzuola ci sia una scuola che si rinnova e metta a disposizione dei giovani dei percorsi di studio all’avanguardia che nulla hanno da invidiare alle scuole delle grandi città.

A conclusione, è intervenuto il dott. Giancarlo Orsini, training e learning manager di Banca Mediolanum che ha presentato  “Centodieci è progresso” un seminar nato dalla sua passione per la tecnologia e l’innovazione.

Ha dimostrato quanto l’inglese sia la lingua veicolare per gestire la modernità, quanto il sapere sia fonte ispiratrice dell’uomo, ha ribadito più volte  che il nuovo e la tecnologia non devono essere subiti , ma  interpretati e governati attraverso lo studio e la conoscenza.


Pubblicata il 28 settembre 2018

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.